Parrocchie di Mombello Monferrato

Paesi in festa

 

Vangelo vivo

 

Iniziative Pastorali e oltre…

 

 

Aprile 18, 2024

!   NEWS

FESTA DI SAN GOTTARDO 2024

:

CALENDARIO LITURGICO

3 Domenica di Pasqua 2024

Parrocchie di: Gabiano San Pietro Ap.; Mombello Ss. Pietro e Anna; Pozzengo San Bononio, Casalino S.Spirito

Rif.to Parroco: Gabiano (AL), Tel. 0142/

 

 

FESTA DI SAN GOTTARDO 2024

Schema celebrazioni San Gottardo 2024

Parrocchie di: Gabiano San Pietro Ap.; Mombello Ss. Pietro e Anna; Pozzengo San Bononio, Casalino S.Spirito

Rif.to Parroco: Gabiano (AL), Tel. 0142/

 

 Schema celebrazioni San Gottardo 2024

TESTIMONE DI TE

Signore, sei sicuro che tocca proprio a me? Conosco persone molto più adatte, capaci e preparate. Conosco persone molto più sante, precise, portate. Conosco persone molto più volenterose, diligenti, dotate. Eppure mi dici che oggi stai pensando a me. Anche a me. Non ti stai sbagliando.
Mi conosci da sempre, e mi hai fornito
di tutto il necessario per portare il tuo amore.
No, non sono perfetto,
ma questo mi serve ad acquietare l’orgoglio,
a ricordarmi di essere un’umile matita tra le tue dita. Non è questione di risorse né di quantità.
Ciò che ti interessa è che nel mio quotidiano
lo stile dei miei gesti, delle mie parole, dei miei pensieri sia semplicemente simile al tuo.
Non vuoi che piazzi un’etichetta di cristiano
sulla maglia o sulla fronte,
ti è sufficiente che nella mia vita
ci sia la presenza della gioia,
della compassione, della buona volontà, dell’amore.
Ti è sufficiente che le persone credenti
vedano te nelle mie azioni,
e i non credenti abbiano stima e verità
per i miei comportamenti.
Ti è sufficiente che davanti a un interesse sincero,
io racconti quanto tu sei importante per me, quanto è stato bello e decisivo incontrarti,
come non riuscirei più a vivere
senza nutrirmi quotidianamente di te.

 

 

Fatti di Vangelo

Testimoni del risorto

Nelle letture bibliche della liturgia di oggi risuona per due volte la parola “testimoni”. La prima volta è sulle labbra di Pietro: «Avete ucciso l’autore della vita, ma Dio l’ha risuscitato dai morti: noi ne siamo testimoni». La seconda volta è sulle labbra di Gesù risorto: la sera di Pasqua apre la mente dei discepoli alla sua risurrezione e dice loro: «Di questo voi siete testimoni».

Gli Apostoli, che videro con i propri occhi il Cristo risorto, non potevano tacere la loro straordinaria esperienza. E la Chiesa ha il compito di prolungare nel tempo questa missione, attraverso ogni battezzato che ribadisce che Gesù è vivo.

«Chi è il testimone?» si chiede papa Francesco. «È uno che ha visto, che ricorda e racconta. Ha visto, con occhio oggettivo, una realtà, e si è lasciato coinvolgere dall’evento. Per questo ricorda, perché quei fatti gli hanno parlato e lui ne ha colto il senso profondo. Allora il testimone racconta, non in maniera fredda e distaccata, ma come uno che si è lasciato mettere in questione, e da quel giorno ha cambiato vita».

La testimonianza cristiana è l’incontro con una persona, Cristo risorto e vivo tra noi, narrato da chi ha fatto esperienza personale di Lui nel cammino ecclesiale, alla luce della parola di Dio. E diventa «tanto più credibile quando traspare un modo di vivere evangelico: gioioso, coraggioso, mite, pacifico, misericordioso». Se ci guardiamo intorno, è proprio così.

L’abbraccio che dice a chi soffre: «Sono qui, con te».

Canale ufficiale delle Parrocchie di Gabiano Monferrato, Mombello Monferrato e Casalino site nella diocesi di Casale Monferrato in provincia di Alessandria. I contenuti sono di tipo religioso, culturale e ludico, mantenendo come filo conduttore quello di impostazione cristiana, Cattolica Apostolica Romana. Chi volesse darci una mano, sostenendoci anche economicamente, mettiamo gli IBAN su cui potete versare le vostre offerte: Banca Intesa San Paolo IT70V0306922600100000065298 e Banca Popolare di Milano IT52C0558448290000000011537 specificando nella causale: don Carlo Pavin offerta per le Parrocchie del Basso Monferrato. Grazie a chiunque vorrà sostenenrci. (Le offerte serviranno a sostenere le attività, e le strutture delle varie parrocchie e per opere di carità in favore degli ultimi e delle categorie più fragili).